veronica de martin

sulla panchina — Una panca vuota. La osservo. Ricorda un po’ la panca nel giardino di Versailles dipinta da Manet: inutile e al tempo stesso desueta. Mi guarda a sua volta, esponendomi ad una situazione di disagio, in uno spazio soffocante e al tempo stesso troppo vuoto, privo di umanità 2017.21